Skip to main content
martedì, 25-10-2016 10:33

Una città da gustare.


manifesto

In questa manifestazione, alla sua prima edizione, che si svolgerà a Fano dal 28 al 29 Ottobre, il Cibo, la Ristorazione e l’Ospitalità evoluta, con il supporto della Tecnologia, verranno discussi e analizzati, in maniera approfondita, nei luoghi della città che diventano, per due giorni, protagonisti e ambasciatori del gusto. Per l’occasione la città di Fano ospiterà chef di fama, ristoratori, professori universitari, ricercatori, scrittori, giornalisti, tecnologi e studenti.

“Una città da gust@re” non è una delle tante fiere o rassegne enogastronomiche ma è un evento diffuso sulla cultura del cibo, la convivialità e l’ospitalità.

La manifestazione si svilupperà in 4 diverse location del centro storico: Sala della Concordia del Comune di Fano, Sala di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, Sala Ipogea della Biblioteca Memo, Fablab S. Arcangelo - Casa della Tecnologia e della Musica.



PROGRAMMA DETTAGLIATO CON SINTESI DEGLI INTERVENTI


VENERDI' 28 OTTOBRE

Sala della Concordia del Comune di Fano

Ore 10.00. L'amministrazione comunale accoglie i cuochi della Regione Marche, in occasione della festa annuale del cuoco. Parteciperà una delegazione del Collegium Cocorum delle Marche.

Il Collegium Cocorum è una prestigiosa onorificenza che viene rilasciata, dalla Federazione Italiana Cuochi, agli Chef che hanno operato o operano da oltre venticinque anni nelle cucine famose degli alberghi e ristoranti di prestigio, onorando sempre ed ovunque la tradizione della millenaria cucina italiana.

Ore 10.15. Prof. Corrado Piccinetti. Università di Bologna. Problematiche del pescato, in particolare del pesce azzurro dell’Adriatico.

Attualmente il 65% del prodotto ittico consumato in Italia proviene dall’estero, con sapori e caratteristiche molto diversi.  I molteplici tentativi di inserirli nell’alimentazione regionale non hanno ancora dato indicazioni univoche per sostituire il pescato locale. Possono essere studiati nuovi abbinamenti che esaltino ulteriormente le caratteristiche dei prodotti ittici locali, senza sostituire la materia prima che è legata, per la sua biologia ed ecologia, al territorio regionale e ne costituisce una componente storica.

Ore 11.15. Prof.ssa Elena Piatti. Università di Urbino. Le intolleranze alimentari con un’attenzione alla composizione dei menù nella ristorazione.

Per intolleranza si intende la reazione anomala dell'organismo ad una sostanza estranea, non mediata dal sistema immunitario. La diagnosi di intolleranza alimentare registra in Italia percentuali in crescita; perciò, data la gravità della situazione e i rischi in cui si può incorrere, è fondamentale che i gestori di servizi di ristorazione, in qualità di responsabili, siano vigili ed assumano misure adeguate durante la manipolazione degli alimenti.

Ore 12.30. Pranzo con gli chef presso il ristorante il Bello e la Bestia (su prenotazione).

FabLab S. Arcangelo – Corso Matteotti n. 66

Ore 15.30 – 17.30 Visita dello spazio tecnologico per l’enogastronomia.

Esposizione di forni e frigoriferi tecnologici, impianti domotici, tecnologia a supporto dell’ enogastronomia, filmati, robot e droni

Sala di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano

Ore 17.30. Prof. Paolo Teobaldi. L’appetito vien leggendo (pagine esemplari dedicate al gusto).

Su un tema infinito come il rapporto Cibo/Letteratura, Paolo Teobaldi (già insegnante all’alberghiero di Pesaro) propone una veloce carrellata di testi (dalla Bibbia a Pasqualón) sperando di far tornare la voglia di ri/leggere i classici senza annoiare nessuno.

Piazza Andrea Costa

Ore 18.30. Le penne in piazza. Degustazione di pasta offerta alla cittadinanza dalla Federazione Cuochi Marche in collaborazione con la cooperativa Girolomoni e la cantina Di Sante.

Il ricavato (a offerta libera) sarà devoluto alle popolazioni terremotate.


SABATO 29 OTTOBRE

Sala Ipogea della Memo

Ore 9.30 A cura di Coldiretti Pesaro-Urbino. Le contraffazioni nel settore agroalimentare: un rischio per l'identità e la tipicità delle produzioni italiane. Tavola rotonda con l'Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare, le Forze dell'ordine, rappresentanti di Coldiretti e imprenditori agricoli.

La tavola rotonda approfondirà i temi connessi alla contraffazione nel sistema agroalimentare, sia per quanto riguarda gli aspetti legati alla tutela legale delle produzioni e dei marchi, sia per gli aspetti commerciali e la sicurezza alimentare e sia per quanto riguarda l’opera di prevenzione e repressione messa in campo dai soggetti preposti.

Ore 11.00 Quale vino a tavola nella ristorazione contemporanea? Le opinioni di: Stefano Biagiali (Ristorante Il Giardino) Flavio Cerioni (Ristorante La Lanterna) Raffaele Liuzzi (Locanda Liuzzi), Raffaele Papi fiduciario A.I.S. Del Montefeltro. Interviste a cura di Alfredo Antonaros.

Professionisti e profondi conoscitori di etichette, presenti nelle loro cantine, propongono i giusti abbinamenti non solo con il cibo ma anche con i commensali cercando di interpretare le loro conoscenze, i loro gusti e i loro desideri. Esperti che esprimono i loro valori con dedizione e passione autentica con tutti i protagonisti del settore (stakeholder), in perfetta simbiosi con le bellezze incantevoli del nostro territorio. Le interviste sono condotte da Alfredo Antonaros, giornalista e scrittore enogastronomico. Come saggista si è occupato per lungo tempo dell'evoluzione storica e del ruolo sociale e culturale del cibo, della cucina e della alimentazione. Uno dei suoi saggi più famosi è: la Storia universale del vino.

Ore 12.00 Start-up di successo create da giovani imprenditori dell'enogastronomia del nostro territorio (Canapaura, Bike'n Bake, Birra Oltremondo, Fridy).

Testimonianze di giovani imprenditori, che hanno realizzato il loro progetto originale, nonostante le difficoltà economiche e i paletti legislativi. Si ascolteranno i racconti di Michele Lucarelli e della sua bici-pizza lanciata a Copenaghen, Filippo e Riccardo del birrificio contadino Oltremondo, Matteo Andreani ed il suo Apecaffè, Massimiliano Marinelli e la sua coltivazione di canapa e Fridy che, nei periodi natalizi, in alcune cittadine della Germania, promuove e vende i prodotti del nostro territorio.

Al termine, degustazione di prodotti agroalimentari territoriali offerti da Coldiretti Pesaro-Urbino.

FabLab S. Arcangelo – Corso Matteotti n. 66

Ore 15.30 -17.30 Tavola rotonda su Tecnologia e Enogastronomia a cura di Domenico Consoli, Università di Bologna e Associazione IES. Interverranno: Arch. Marcello Gennari. Bax srl. “La domotica nella ristorazione e negli hotel: un esempio di convergenza delle tecnologie”. Prof. Giuliano Fattorini. ITIS “G. Marconi” Jesi “La Robotica e la meccatronica: la prossima frontiera della ristorazione”. Prof. Emanuele Tonucci, Associazione IES. I Droni “servitori”.

Oggi viviamo in una Società Digitale dove siamo pervasi da tecnologie informatiche. L’ICT (Information Communication Technology) si trova ovunque. Anche il ristorante e il servizio di sala si evolve con il supporto della tecnologia. I ristoranti sonorizzati diventeranno sempre più tecnologici con impianti domotici e touch screen. I camerieri del futuro possono essere supportati da robot e droni che svolgono la funzione di assistenti e commis di sala.

Ore 17.30. Cibo. Andrea Segrè.

Un lessico/dislessico del cibo, contro tempo e contro corrente. Contro quel mondo variegato di affabulatori, avvelenatori, blogger, commercianti, sofisticatori, truffatori.... In tutta questa confusione, la nostra cultura alimentare sembra essere diventata estranea a se stessa: l’ uomo non è più cosa mangia, non sa più cosa mangia e neppure perché.

Ore 18.30. A conclusione della manifestazione “Una città da gust@re”, degustazione di prodotti agroalimentari territoriali offerti da Coldiretti Marche e intrattenimento musicale a cura del Fablab “S. Arcangelo”- Casa della Musica.


Comitato Organizzatore: Associazioni Culturali: Ambasciatore Territoriale dell’ Enogastronomia e Informatica e Società Digitale (IES).

Coordinatori e ideatori del progetto: Proff. Paolo Pagnoni e Domenico Consoli

Comitato Tecnico Scientifico: Alfredo Antonaros. Giornalista enogastronomico. Elena Piatti. Università di Urbino, Domenico Consoli. Università di Bologna e Associazione IES



ULTIME NOTIZIE