Skip to main content
Tuesday, 22-10-2019 13:06
By: Marina Carboni

Il Fano Club in America


Il Fano Club in America

Sapete che da oltre cent’anni esiste a Waco in Texas (USA) un club esclusivo su Fano? Si tratta del Fano Club, fondato nel 1912 dal William Lyon Phels, un professore di Yale che venne in visita a Fano per ammirare l’Angelo Custode del Guercino, l’opera che alcuni anni prima ispirò la poesia The Guardian Angel: a picture in Fano scritta dal poeta inglese Robert Browing dopo il suo viaggio nella città di Vitruvio.

Ma riscopriamo insieme la storia e le origini di questo club unico e curioso.


L’Angelo Custode del Guercino

L’opera che ispirò, commesse e ammaliò nel profondo Robert Browing fu l’Angelo Custode realizzata da Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino (Cento, Fe 1591 – Bologna 1666) nel 1641. La tela fu commissionata al Guercino dal nobile fanese Vincenzo Nolfi, devotissimo all’Angelo Custode, per la cappella omonima nella Chiesa di Sant’Agostino a Fano dove rimase fino al 1932 quando venne spostato a seguito del rovinoso terremoto che colpì la città.

Nel ‘libro dei conti’ del pittore compare il pagamento, da parte di Vincenzo Nolfi, della somma di 180 scudi il 12 ottobre 1641 per l’opera. La tela è conservata nella Pinacoteca del Museo del Palazzo Malatestiano ed è uno dei capolavori della collezione permanente. Realizzata dal pittore durante la fase matura della sua attività, quando si avvicinò all’opera di Guido Reni, rappresenta un angelo che si avvicina amorevolmente a un bambino inginocchiato durante il crepuscolo. La figura dell’angelo è possente e statica e occupa l’intera composizione, in una narrazione didascalica e devozionale a tutto campo, ricca di riferimenti.


Robert Browing, il poeta inglese innamorato di Fano

Robert Browing è stato un poeta inglese, tra i più importanti della letteratura vittoriana. Durante l’estate del 1848 si trovava, insieme a sua moglie Elisabeth Barrett Browing a Firenze e per fuggire al caldo della città si misero in viaggio verso Fano, per trovare un po’ di conforto con la fresca brezza di mare. I Browing trovarono Fano ancora più calda di Firenze, cercando un po’ di ombra e refrigerio entrarono nella Chiesa di Sant’Agostino e lì rimasero sorpresi ed entusiasti nell’aver scoperto “il grande dipinto l’Angelo Custode, di un pittore di terzo grado del XVII sec di nome Guercino, ancora sconosciuto al mondo”. Erano così eccitati dallo splendore di questo dipinto che andarono a vederlo tre volte. Nel loro viaggio di ritorno ad Ancona, Robert scrisse uno dei suoi più bei poemiThe Guardian Angel: a picture in Fano” proprio ispirato ai dettagli dell’opera del Guercino. Il componimento fu pubblicato per la prima volta nel 1855 nella collezione di due volumi Mens and Womens. Ecco come Browing descrive il quadro “l’immagine rappresenta la morte, la nascita, la terra e il paradiso. Su una grande tomba c’è un bambino piccolo; l’angelo sta insegnando al bambino a pregare, tenendo premute le sue piccole mani; l’angelo guarda verso la terra, forse più per le persone che hanno bisogno della sua protezione; il bambino sta guardando in alto oltre il viso dell’angelo verso il cielo”. Nella poesia lo scrittore esprime il desiderio di prendere il posto del bambino e ricevere la tenera cura dell’angelo e se questo gli fosse stato concesso non avrebbe guardato in cielo ma direttamente in faccia all’angelo. Le ultime tre strofe del poema sono un post scritto.


William Lyon Phels, la nascita del Fano Club e il Titanic

William Lyon Phels era un professore di Yale e studioso di Browing, nel 1911 insieme a sua moglie Annabel partì dall’America per un viaggio in Europa. Il viaggio è documentato nel suo libro Autobiography with Letters edito nel 1939.

Lui e sua moglie di imbarcarono il 1° luglio 1911 sulla S. S. Cleveland. Arrivati in Italia, durante il loro tragitto verso Roma, si fermarono a Fano con l’intento di ripercorrere le tappe della visita di Browing in città. Era il 7 aprile 1912, il giorno di Pasqua, quando i due coniugi si trovarono nella chiesa di Sant’Agostino davanti all’Angelo Custode e ne rimasero totalmente affascinati.

Lì a Fano, il giorno di Pasqua abbiamo fondato il Fano Club”, chiunque poteva diventarne membro, bastava fare tre cose:

  • visitare Fano;

  • vedere il dipinto;

  • inviare una cartolina del quadro con il timbro postale di Fano.

I due coniugi acquistarono settantacinque cartoline e le spedirono a diversi amici in America, ma queste cartoline non arrivarono mai. E perché? Furono imbarcate sul Titanic e affondarono con lui!

I coniugi Phelps fecero un altro viaggio a Fano nel 1932, vent’anni dopo il loro primo incontro con l’Angelo Custode. L’opera non si trovava più nella chiesa di Sant’Agostino, era stata spostata al museo a seguito del violento terremoto che colpì la città. Per quell’occasione i due coniugi commissionarono a un pittore di Firenze la realizzazione di una copia dell’Angelo Custode, a grandezza naturale, che ora è conservata nella sala di ricerca Leddy – Jones al secondo piano della Armstrong Browing Library a Waco in Texas.

Dal loro primo viaggio,e durante gli anni a seguire, oltre 500 studenti, amanti di Browing e professori si lasciarono ispirare dal “pellegrinaggio” alla scoperta dell’Angelo Custode del Guercino.


Il Fano Club oggi

Oggi il Fano Club ha sede nella Armstrong Browing Library a Waco in Texas, conta 200 iscritti da tutto il mondo e si riunisce ogni anno, il 7 maggio, giorno della nascita di Browing.

Nel 1980 è stata deposta una targa sotto il quadro che recita: “questo angelo custode del Guercino ispirò il grande poeta inglese Robert Browing a scrivere una delle sue poesie più popolari. Lapide collocata in segno di venerazione da Baylor University’s departement of English Waco Texas. Luglio 1980”.

Vuoi diventare anche tu un membro del Fano Club? Basta visitare la città, vedere la pala del Guercino e inviare una cartolina dell'opera a questo indirizzo:

Armstrong Browning Linrary

Once Bear Place #97152

Waco, TX 76798

 

Potete trovare le cartoline raffiguranti l'Angelo Custode nella biglietteria del Museo del Palazzo Malatestiano. Qui gli orari d apertura>  ht.ly/RXLv30pL58g

 

Dobbiamo di certo ringraziare Browning e il Fano Club per aver contribuito alla scoperta dell’opera di Guercino.


Bibliografia

Blog Amstrong Browling Library> https://blogs.baylor.edu/armstrongbrowning/tag/fano-club/