Skip to main content
giovedì, 07-06-2018 09:51

Talenti Poliedrici: decima edizione di Centrale Fotografia


Talenti Poliedrici: decima edizione di Centrale Fotografia

Dal 7 al 10 giugno 2018 a Fano l’immagine fotografica torna ad essere protagonista con Centrale Fotografia, rassegna annuale di eventi a tema sulla fotografia e l’arte contemporanea giunta ormai alla sua decima edizione, a cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi.

Il titolo scelto quest’anno, “Talenti poliedrici”, pone l'accento sulla capacità di molti autori contemporanei di rimanere in equilibrio fra vari linguaggi espressivi, ibridando spesso la pratica artistica con una forte propensione teorica. Sono artisti, ma anche curatori, editori, scrivono libri… Si tratta, di fatto, di un fil rouge che unisce quest’edizione con le precedenti, aggiungendo un ulteriore tassello al tentativo di ridefinizione dell'immaginario fotografico che Centrale Fotografia porta avanti da anni attraverso incontri con gli autori, mostre, conferenze, presentazioni di libri e momenti di riflessione sulla fotografia e l’arte contemporanea.

Quest’edizione si struttura come uno spartiacque fra le precedenti e le future. Se finora, infatti, Centrale Fotografia, si proponeva di far conoscere al pubblico una serie di autori già inseriti nel sistema artistico italiano, d’ora in poi la rassegna si aprirà sempre più verso artisti emergenti, come si preannuncia dal cambio generazionale avvenuto nella scelta degli ospiti d’onore di quest’anno.

 

OSPITI D’ONORE

Gli ospiti d’onore di quest’anno sono due giovani artisti contemporanei: Matteo Cremonesi e Fabrizio Bellomo. Come da tradizione si racconteranno al pubblico in conferenze nelle quali ripercorrere i progetti passati e quelli in corso, con la volontà di trasmettere il senso della loro produzione sfaccettata e multiforme. Gli incontri con gli ospiti d’onore, nella suggestiva cornice della Rocca Malatestiana, sono accompagnati da proiezioni d’immagini e arricchiti dal dibattito col pubblico, alimentando il dialogo e favorendo la comprensione di una ricerca visiva spesso complessa e articolata.

Fabrizio Bellomo (Bari 1982) Vive e lavora tra Bari, Milano e Berlino. Artista, curatore e regista, porta avanti la sua ricerca ibrida e multidisciplinare con un atteggiamento antropologico nel tentativo di indagare la società contemporanea e le sue stratificazioni. I suoi lavori sono stati esposti in Italia e all'estero in mostre personali e collettive. Il suo film L'Albero di Trasmissione è stato presentato al 55° Festival dei Popoli. Ha curato diverse pubblicazioni, tra le quali si ricorda Meridiani, paralleli e pixel. La griglia come medium ricorrente, Postmedia Books, Milano, 2017.

Matteo Cremonesi (Milano 1986). Vive e lavora fra Milano e il Trentino Alto Adige. Laureato all'Accademia di Belle Arti di Brera, affianca la pratica artistica con quella di Deputy Directors di “Phroom magazine” e Art Director di Office Project Room. La sua ricerca di struttura come una riconfigurazione della fotografia di paesaggio, della presa statica dell’oggetto quotidiano e della figura umana, fino a muoversi verso immagini sintetiche, impersonali, austere, effimere, con la volontà di ragionare attorno alle modalità di disciplinamento degli assetti formali dell’habitat contemporaneo. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 2017 ha realizzato il libro d’artista Sculpture/Printer_Office, pubblicato da YlaWAB.


Talks con gli ospiti d’onore:

Matteo Cremonesi - venerdì 8 giugno, h.21.15

Fabrizio Bellomo - sabato 9 giugno, h.21.15


Rocca Malatestiana, piazzale Malatesta

Gli incontri saranno condotti da Luca Panaro


MOSTRE

Centrale. La fotografia di ricerca in Italia

Rocca Malatestiana, piazzale Malatesta

Opere di: Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Fabrizio Bellomo, Botto e Bruno, Giuseppe Cavalli, Daniela Comani, Matteo Cremonesi, Mario Cresci, Luigi Crocenzi, Cuoghi Corsello, Paola De Pietri, Paola Di Bello, Andrea Galvani, Mario Giacomelli, Robert Gligorov, Adrian Paci, Fabio Sandri, Alessandra Spranzi, Davide Tranchina, Franco Vaccari, Paolo Ventura

In occasione del decimo anniversario della rassegna, Centrale Fotografia ospita una grande mostra che ripercorrerà la sua storia attraverso le opere di più di venti artisti che testimoniano i passaggi salienti della ricerca fotografica italiana.

Per l’occasione Editrice Quinlan pubblicherà un catalogo attraverso cui affermare, ancora una volta, l’importanza della fotografia all’interno del sistema dell’arte contemporanea. La pubblicazione, inoltre, servirà per testimoniare l’attento lavoro svolto da Centrale Fotografia nel corso di questi anni.

 

Lo spirito del centrale

Caffè Centrale, Corso Matteotti 104 con opere di: Vittorio Corsaletti, Emilio Furlani, Eolo Marano, Garè Vincenzi, Tom Storer, Nanni Valentini


Chippendale Studio

Chiesa di San Pietro in Valle

con opere di: Roberto Cavazzuti ed Elena Franco

Continua la collaborazione fra Centrale Fotografia e Chippendale Studio attraverso la mostra che vede protagonisti Roberto Cavazzuti ed Elena Franco, realizzate ad hoc per la chiesa ospitante di cui evidenziano i possibili impieghi, gli antichi sfarzi, ma anche singolari analogie visive. Prosegue quindi anche la volontà di creare dei collegamenti, ma anche delle fratture, fra l’arte antica, di cui la città di Fano è una preziosa portavoce, e il linguaggio contemporaneo.


Dummy Photobook

Chiesa di San Pietro in Valle


con libri di: Tim Cooper, Cristina Fori, Claudio Giuliani, Eugenio Leardini, Luciano Serafini, Antonella Speziale, Paolo Talevi


Prosegue anche la volontà di valorizzare la produzione editoriale indipendente. In mostra, infatti, sette libri d’artista a tiratura limitata prodotti da autori marchigiani.


SPAZIO EDITORIA

Come ogni anno la rassegna affida lo spazio libri a un editore italiano, che quest’anno sarà Editrice Quinlan. Alla presentazione dei suoi ultimi prodotti, freschi di stampa, saranno dedicati due incontri nella giornata di domenica 10 giugno. Particolare attenzione sarà riservata a Centrale. La fotografia di ricerca in Italia (Editrice Quinlan, 2018), catalogo della mostra che raccoglie le opere degli autori invitati nelle precedenti edizioni della rassegna.


Tutte le iniziative di Centrale Fotografia sono a ingresso gratuito


Negli anni precedenti la rassegna ha ricordato la Scuola Fotografica Marchigiana: Mario Giacomelli, Giuseppe Cavalli e Luigi Crocenzi (2009), in seguito ha ospitato importanti artisti come Franco Vaccari e Olivo Barbieri (2010), Mario Cresci e Paola Di Bello (2011), Alessandra Spranzi e Paolo Ventura (2012), Andrea Galvani e Paola De Pietri (2013), Davide Tranchina e Fabio Sandri (2014), Robert Gligorov e Adrian Paci (2015), Botto&Bruno e Cuoghi Corsello (2016), Marina Ballo Charmet e Daniela Comani (2017).

 

La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale Centrale Fotografia, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano, con la compartecipazione del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche e con il contributo di Caffè Centrale, Hotel de La Ville, Ristorante la Liscia - Da Ori, Ominia Comunicazione.